Nicolò Paganini

The Greatest Virtuous

Paganini appartiene alla generazione dei romantici ed è apparso nei primi anni del XIX secolo. Conosceva Beethoven, Schubert, Chopin, Liszt, Berlioz ... fu un grande creatore che rivoluzionò l'arte della tecnica violinistica: la pertinenza e la precisione degli effetti e temi che propose erano sconosciute al suo tempo. La sua influenza si sentì notevolmente per tutto il 19° secolo, giungendo fino ai giorni nostri. ( a sinistra :  Nel film "Casta Diva" del 1954 diretto da Carmine Gallone, una performance impeccabile del grande violinista e direttore d'orchestra Belardinelli: un Paganini fermo e stoico ).

Prossimamente...

La vita di Paco... una breve cronologia. Una precisazione: Il numero dei dischi pubblicati sono 34 in quanto come opera postuma usci il 29 aprile del 2014 l'album 'Canción Andaluza', otto brani inediti che vengono alla luce e lasciati come testamento artistico a tutti i suoi seguaci.

Prossimamente...

Taylor & Burton

Messa all'asta la foto più famosa di Hollywood... 12-6-1962 : il bacio tra Taylor e Burton.

Siamo nel giugno del 1962. Liz Taylor è a Roma per girare Cleopatra, super colossal a sfondo storico. A interpretare il ruolo di Marco Antonio, c'è Richard Burton, gallese, buon attore di teatro e poco avvezzo alla mondanità. Nonostante sia a Roma con moglie e figli, Burton non riesce a resistere al fascino dell'attrice...

CLEOPATRA - 12 June 1963 - New York Premier

Potete vedere la nave di Cleopatra in arrivo con le isole di Procida e Vivara sullo sfondo. Richard Burton si affaccia da una terrazza del Castello Aragonese sorpreso dall'arrivo di Cleopatra. E' interessante notare che l'inquadratura di controcampo lo riprenderà poi in un set diverso allestito per l'occasione. Con ben 194.800 dollari per i costumi di Elizabeth Taylor, Cleopatra detiene il record per la maggior somma di denaro spesa per un singolo attore. Tra i 65 costumi della diva c'era anche un vestito fatto a mano con oro da 24 carati. Per il ruolo di Cleopatra furono pensate diverse attrici prima di affidarlo alla Taylor; tra di loro ci furono: Susan Hayward, Joan Collins e Audrey Hepburn. Per il ruolo di Marco Antonio furono pensati diversi attori prima di affidarlo a Burton; tra di loro ci furono: Marlon Brando, Stephen Boyd, Richard Johnson, Michael David, Peter O'Toole, Peter Finch e Laurence Harvey. 

In questo kolossal Ischia mette a disposizione il suo imponente Castello come sfondo per la battaglia di Anzio, ma in nessun testo è citata Ischia come location, tutta la letteratura che si occupa di questo film tende ad evidenziare le vicende della produzione, che portano alla sostituzione del regista già iniziate da Rouben Mamoulian a Londra e portate a termine a Roma da Joseph L. Mankiewicz.

Una location del film :  Ischia Ponte, veduta dal Castello Aragonese.
Una location del film : Ischia Ponte, veduta dal Castello Aragonese.

Estate 1962, sul set : Anno 46 a.C. L'entrata trionfale di Cleopatra nel Foro romano, su un carro a forma di sfinge che attraversa la copia dell'Arco di Costantino che, piccolo particolare, sarebbe stato inaugurato "solo" 361 anni dopo !? La pellicola è anche tra le preferite dai cercatori di blooper per errori celeberrimi come il reggiseno di Cleopatra, l'orologio a lancette da tavola, la spugna gialla nel bagno di Marco Antonio, le foglie autunnali che cadono alle Idi di Marzo...

"Cleopatra" del 1963 diretto da Joseph L. Mankiewicz e con la bellissima Elizabeth Taylor come protagonista. Il colossal, e questa volta si può ben dirlo viste le 4 ore di durata (anche se il progetto iniziale del regista prevedeva addirittura 6 ore divise in due capitoli), vinse quattro Oscar (fotografia, scenografia, costumi ed effetti speciali), ma rischiò di far fallire la 20th Century Fox a causa dei costi di produzione lievitati da 2 a 44 milioni di dollari. 

* Taylor e Burton durante le riprese di CLEOPATRA a Torre Astura, Nettuno (Roma) il 9 giugno 1962 *
* Taylor e Burton durante le riprese di CLEOPATRA a Torre Astura, Nettuno (Roma) il 9 giugno 1962 *

Lei con gli occhi viola, lui dal fascino maledetto. Botte, alcool e passione. Spudorati in nome dell'eccesso. Sono loro la prima coppia della collana esclusiva 'Grandi Amori' in allegato al settimanale OGGI in edicola dal 28 luglio 2022.

Castelli di sabbia (The Sandpiper, 1965)
Castelli di sabbia (The Sandpiper, 1965)

* Un film drammatico a sfondo romantico, diretto da Vincente Minnelli con protagonisti Elizabeth Taylor, nel ruolo di Laura Reynolds, una pittrice e spirito libero, Richard Burton, nel ruolo di Edward Hewitt, di cui Laura si innamora, e Eva Marie Saint, che interpreta Claire, la moglie di Edward. Girato nel Big Sur, a Point Lobos e a San Dimas in California e a Parigi da settembre a dicembre del 1964 con un budget stimato in 5.300.000 dollari. È il terzo degli undici film con Elizabeth Taylor e Richard Burton. Distribuito negli US dal 23 giugno 1965 al cinema dalla Metro-Goldwyn-Mayer. È stato poi pubblicato in DVD negli Stati Uniti dalla Warner Home Video nel 2006. Indimenticabile la colonna sonora : "The Shadow of Your Smile" che vinse nel 1966 il premio Oscar per la migliore canzone originale. A cantare la versione della clip è Vic Damone.*

* The Greatest Love Story *

Nei suoi diari personali Richard Burton è un uomo molto diverso da quello che familiarmente conosciamo come attore acclamato, star del cinema e del jet-set di celebrità. Dalle sue pagine private, scritte a mano, emerge una persona diversa; un uomo di famiglia, un padre, un marito, un uomo spesso turbato e osservatore acuto. Capito attraverso le sue stesse parole, di giorno in giorno e di anno in anno, Richard diventa un essere umano a tutto tondo che, con una ricchezza di talento e un peso sorprendente di insicurezza, affronta le sfide peculiari di una vita vissuta in gran parte sotto i riflettori. Questo volume pubblica integralmente i diari superstiti di Richard Burton (nato Richard Jenkins). I diari sono stati scritti tra il 1939 e il 1983 - nel corso della sua carriera e gli anni dei suoi matrimoni celebrati con Elizabeth Taylor. Pagine di diario appaiono nella loro sequenza originale, con annotazioni per chiarire le persone, i luoghi, i libri e gli eventi che cita. A volte Richard lotta per venire a patti con le potenzialità non della sua vita e talento. In altre voci, si canta su risultati e ha fame di grandi sfide. Si può guardare il suo peso, guardando il suo bere o guardare gli altri uomini guardare la sua Elizabeth. Sempre lui è articolato, supponente e affascinante. I suoi diari offrono una prospettiva rara e fresca sulla sua vita e la sua carriera, Elizabeth Taylor, e l'affascinante mondo del cinema, del teatro e celebrità che hanno abitato.

* Liz Taylor marriages *
* Liz Taylor marriages *
* La famiglia Burton *
* La famiglia Burton *
* Liz Taylor, Richard Burton and his kids a Puerto Vallarta, 1963 *
* Liz Taylor, Richard Burton and his kids a Puerto Vallarta, 1963 *

* La famiglia a Roma per le riprese di "The Taming of The Shrew" di Shakespeare. Da sinistra a destra nell'elegante ristorante Escargot di Roma, sono: Miss Taylor; Lisa Todd; Burton; Maria, una figlia adottiva e Michael e Christopher Wilding.*   (27-07-1966)

* In sardegna per girare 'La scogliera dei desideri' - Agosto 1967 *
* In sardegna per girare 'La scogliera dei desideri' - Agosto 1967 *

* Las Vegas, 3 luglio 1983 con Sally Hay. Il quinto matrimonio per Burton. Dopo il tour, andarono a riposare alle Hawaii per diversi mesi prima di tornare a casa loro a Céligny, dove Richard morì. Sally aveva allora 36 anni.* 

 Agosto 1984 - Cimitero Vieux, Céligny. Cerimonia funebre di Burton, la vedova Sally Hay. Burton muore il 5 agosto 1984, all'età di 58 anni, per un'emorragia cerebrale nella sua casa di Céligny, in Svizzera.

Giorni prima della sua morte, Burton ha scritto un'ultima lettera all'amore della sua vita, che è arrivata a casa di Taylor poco dopo aver partecipato al suo servizio funebre. Mentre Furious Love dice che questa è l'unica lettera che Taylor ha scelto di mantenere privata, afferma che voleva dare alla loro relazione un'altra possibilità. "Attento, amorevole - quello era Richard", ha detto Taylor in Furious Love . "Da quei primi momenti a Roma siamo sempre stati innamorati follemente e potentemente. Avevamo più tempo ma non abbastanza". La Taylor - che è stata sposata due volte con Richard - ha ottenuto il suo desiderio morente di essere sepolta insieme a questa lettera inedita. Elizabeth Taylor muore il 23 marzo 2011 per insufficienza cardiaca.

L'ultimo desiderio

Elizabeth Rosemond Taylor, in arte Liz Taylor (Londra, 27 febbraio 1932 – Bel Air, West Hollywood, 23 marzo 2011) e Richard Burton, nome d'arte di Richard Walter Jenkins (Pontrhydyfen, 10 novembre 1925 – Ginevra, 5 agosto 1984).
Elizabeth Rosemond Taylor, in arte Liz Taylor (Londra, 27 febbraio 1932 – Bel Air, West Hollywood, 23 marzo 2011) e Richard Burton, nome d'arte di Richard Walter Jenkins (Pontrhydyfen, 10 novembre 1925 – Ginevra, 5 agosto 1984).

Richard Burton era stato il grande amore della sua vita, tanto che i due avevano chiesto di essere seppelliti l'uno accanto all'altra anche nel caso in cui non fossero stati più sposati. Da allora, di matrimoni ne sono passati per Liz Taylor, ma l'attrice non ha mai dimenticato Burton. Pare che le parole di quella lettera d'amore fossero troppo struggenti per poter essere divulgate. La lettera risale al 2 agosto del 1984, ovvero a tre giorni prima che un'emorragia cerebrale stroncasse Richard Burton e per questo motivo era ancor più cara all'attrice, che la teneva nascosta. Il desiderio di Burton e della Taylor di essere seppelliti insieme, alla fine, non è stato realizzato in quanto Burton è stato sepolto al Vieux Cemetery di Celigny, sulle rive del lago di Ginevra in Svizzera, mentre la Taylor al Westwood Village Memorial Park a Los Angeles in California, ma l'attrice, a quanto pare, ha voluto dimostrare fino all'ultimo istante quanto fosse stretto il legame tra lei e Burton facendosi seppellire con l'ultima lettera del "suo" Richard. 

Londra, 2 agosto 2004 - Finiranno ad un'istituzione accademica gallese i diari, rimasti finora inediti, di Richard Burton. Lo hanno deciso, dopo un lungo tira e molla con alcune università statunitensi che ambivano mettere le mani sul prezioso carteggio, la vedova dell'attore, Sally e la figlia, Kate. Datati principalmente tra gli anni Sessanta e Settanta, i diari contengono molte pagine dedicate al tumultuoso rapporto che legò l'attore gallese a Elizabeth Taylor. La loro love story riempì le pagine dei rotocalchi almeno quanto le cronache dei loro frequenti bisticci, spesso nati nei fumi dell'alcool, cui entrambi erano dediti. Nelle oltre 400 mila parole che compongono i diari pare si trovino anche i giudizi fuori dai denti riservati da Burton ai suoi illustri colleghi dell'epoca.