* Scene del genere fanno salire il grande rimpianto che l'immenso Paolo Villaggio non ci sia più...Il Capodanno 1975 del caro ragioniere, Ugo Fantozzi.*

* Un ricordo... *

" Fantozzi è il personaggio più tragico della letteratura italiana ” (Paolo Villaggio).

* La Jaguar E Type coupè, la Porsche 912 coupè e l 'Aston Martin DB5 * (Coll. Broadway Pictures)

* La Jaguar E-Type, conosciuta anche come XK-E o XKE fu prodotta dalla casa automobilistica britannica Jaguar dal 1961 al 1975.*

* La E-Type fu una vettura rivoluzionaria per la progettazione, le caratteristiche di guida e l'estetica; era in anticipo sui tempi. Il suo prezzo era più basso di quello delle vetture pari classe della concorrenza e questo aiutò le vendite che, nei 14 anni nei quali rimase in produzione, arrivarono a 70.000 vetture.*

* Quando venne presentata la vettura impressionò tutti gli appassionati accorsi al Salone sia per la sua linea, straordinariamente bella ed elegante, che per le prestazioni di primo livello, si avvicinavano e a volte superavano le coeve Ferrari, Maserati e Aston Martin. Nel 2004 la rivista statunitense Sports Cars International la mise al primo posto tra le Top Sport Cars degli anni sessanta.*

* La Porsche 912 coupè (1965-1969) da 66 kW e 90 CV, assemblata sulla stessa scocca della 911 ma a differenza di quest'ultima non è dotata di propulsore a 6 cilindri: impiega infatti un più economico motore con frazionamento a 4 cilindri derivato da quello delle ultime Porsche 356, depotenziato per l'occasione a 90 CV. Allestita con motore da 1584 cc. riesce comunque a raggiungere la soglia dei 190 Km/h.*

* Porsche 912 * - 1966

Un avvio a freddo.

* Nonostante non si tratti di una vettura marcatamente sportiva è interessante notare come la 912 si sia aggiudicata il campionato europeo rally del 1967 guidata dal pilota privato Sobieslaw Zasada. La sua produzione cessò alla fine del 1969 per far posto alla 914, tuttavia nel 1976 fu prodotta una piccola serie di 912 E con motore 4 cilindri boxer 2 litri (origine Volkswagen) a iniezione da 86 CV per il mercato nordamericano.*

* Da collezione in scala 1:43 * (Coll. Broadway Pictures)

* La Aston Martin DB 5 è un'autovettura Gran Turismo prodotta dal 1963 al 1965 dalla casa automobilistica britannica Aston Martin in collaborazione con la Carrozzeria Touring che ha utilizzato il suo metodo proprietario Superleggera.*

* È conosciuta anche per essere la vettura personale di James Bond in vari film della saga, a partire da Goldfinger del 1964.*

* La vettura di Bond è una DB5 argento non strettamente di serie ma arricchita negli anni da una serie di accessori "fuori catalogo": mitragliatrici dietro gli indicatori di direzione anteriori, speroni che fuoriescono dall'asse posteriore per tranciare le gomme, scudo antiproiettile estraibile dal bagagliaio dietro il lunotto posteriore, scanner radar per individuare gli obiettivi sensibili, rostri dei paraurti che fuoriescono per speronare i veicoli inseguiti, targhe intercambiabili "BMT 216A" (UK), "4711-EA-62" (Francia) e "LU 6789" (Svizzera), getti d'olio nascosti dietro i fanalini posteriori per far scivolare via gli inseguitori, sedile del passeggero eiettabile tramite pulsante rosso nascosto sotto il pomello del cambio, fumogeni per coprire la fuga, vetri antiproiettile, cannoni che sparano getti d'acqua ad alta pressione per allontanare i malintenzionati, spandichiodi, radiotelefono con fax Alpine 7817R e scomparti segreti in cui nascondere le armi, partendo dalla Walther PPK.*

* SANGUE E ARENA - New York, 22 Maggio 1941 *

* Sangue e arena (Blood and Sand) è un film del 1941 diretto da Rouben Mamoulian. Con Tyrone Power: Juan Gallardo, Linda Darnell: Carmen Espinosa, Rita Hayworth: Doña Sol des Muire, Alla Nazimova: Senora Augustias, Anthony Quinn: Manolo de Palma, J. Carrol Naish: Garabato, Lynn Bari: Encarnacion, John Carradine: El Nacional, Laird Cregar: Natalio Curro, Monty Banks: Antonio Lopez e Vicente Gomez: Chitarrista e autore della colonna sonora del film e della canzone 'Verde Luna' (Green Moon) una rumba bolero cantata dalla stessa Hayworth.*

* Grande interpretazione di Tyrone Power *

Remake di Sangue e arena (1922), versione muta del romanzo di Vicente Blasco Ibáñez, uno dei grandi successi di Rodolfo Valentino affiancato da Nita Naldi e Lila Lee.

* Al caffè della Veronica...*

Il film fu prodotto dalla Twentieth Century Fox Film Corporation. Venne girato dal gennaio all'aprile 1941 in parte a Città del Messico per le scene in esterni con le corride e, per gli interni, allo Stage 5, ai 20th Century Fox Studios, al 10201 di Pico Blvd., Century City, (Los Angeles). . Gran parte della colonna sonora del film è la melodia Giochi proibiti, di paternità incerta, che diverrà celebre come colonna sonora dell'omonimo film di René Clément, del 1952.

* GIOCHI PROIBITI *

* Di noi non troveranno mai una foto insieme, il mondo non saprà mai che ci siamo amati, sfiorati e toccati. Siamo solo anime che si abbracciano, corpi che si cercano, che si trovano nel buio quando tutti dormono, quando il mondo spegne le luci.* Giochi proibiti è anche il titolo della canzone che Narciso Yepes utilizzò come colonna sonora del film omonimo attribuendosi la paternità del brano. In realtà la precisa attribuzione del pezzo è controversa. Alcuni lo hanno attribuito al grande chitarrista Fernando Sor, altri a Narciso Yepes, il quale sostiene di averlo scritto all'età di 7 anni; altri, infine, pensano che la melodia sia di origine popolare. Molti altri compositori hanno voluto attribuirsi i diritti d'autore cambiando ogni volta il titolo: Romanza, Giochi Proibiti, Spanish Romance, Romance D'amour, Melodie de Sor, Romance d'Amor, Jeux Interdits Romance, Romantico e altri ancora. Undici anni prima del film di René Clément la melodia ebbe una parte predominante nella colonna sonora del celebre film Sangue e arena, del 1941, diretto da Rouben Mamoulian e i cui protagonisti furono Tyrone Power, Rita Hayworth e Linda Darnell.*

* Una vecchia news * (Coll. Broadwaypictures)